76 Esperti  

BANCA D'ITALIA 2018

Scegli il nostro metodo didattico: preparazione mirata per ogni specifico concorso

Informazioni

Il 5 gennaio 2018 è stato pubblicato il bando di concorso per 76 posti di Esperto.

Le tipologie dei profili richiesti sono 6:
A. 18 Esperti con orientamento nelle discipline economico-aziendali, da destinare in via prevalente alle attività di vigilanza sul sistema bancario e finanziario, a livello centrale e territoriale, e di risoluzione e gestione delle crisi nonché alle attività di prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo dell’Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia - presentate 7.100 domande

B. 10 Esperti con orientamento nelle discipline economico-finanziarie, da destinare in via prevalente alle attività connesse con i mercati, i sistemi di pagamento e l’attuazione della politica monetaria - presentate 1.487 domande

C. 17 Esperti con orientamento nelle discipline giuridiche - presentate 10.430 domande

D. 15 Esperti con orientamento nelle discipline giuridiche, per le esigenze delle Segreterie tecniche dell’Arbitro Bancario Finanziario, con sede a Milano, Torino, Bologna, Roma, Napoli, Bari e Palermo, e della struttura centrale di coordinamento - presentate 3.535 domande

E. 10 Esperti con orientamento nelle discipline statistiche - presentate 1.442 domande

F. 6 Esperti con orientamento nelle discipline economico-politiche, da destinare alle unità di Analisi e ricerca economica territoriale della rete delle Filiali - presentate 1.505 domande

 

Aggiornamenti

Le domande pervenute sono in tutto 25.499.

Dovranno affrontare le prove preselettive solo i candidati dei profili A, C, D.

Le date delle prove saranno pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale di uno dei martedì o venerdì del mese di Aprile.

Il profilo E svolgerà la prova scritta il giorno 28 marzo; il profilo F svolgerà la prova scritta il giorno 12 aprile; il profilo B svolgerà la prova scritta il giorno 19 aprile.

 

Requisiti

Per partecipare al concorso per il profilo di Esperto il requisito fondamentale è la laurea specialistica o magistrale, conseguita con voto minimo di 105/110, in: Economia e Commercio, Economia Politica, Statistica, Matematica, Fisica, Giurisprudenza, Scienze Politiche, Scienze dell’amministrazione, Scienze Internazionali e Diplomatiche, Scienze Strategiche e titoli equipollenti (l’elenco delle lauree specialistiche è consultabile all’articolo 1 del bando).

Inoltre occorre la cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell’Unione Europea o altra cittadinanza secondo quanto previsto dall’art. 38 del D.lgs. 165/2001, ed un’adeguata conoscenza della lingua italiana.

Preselezione

Per i profili in cui le domande di partecipazione superano le 2.500, è previsto un test preselettivo. Il calendario sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Concorsi ed Esami di uno dei martedì o venerdì del mese di aprile 2018.

Il test è articolato in due sezioni che riguardano l’accertamento della conoscenza delle materie previste per la prova scritta per ciascun profilo (punteggio massimo attribuibile 65 punti); e della lingua inglese (punteggio massimo attribuibile 35 punti).

In sede di svolgimento del test sarà comunicata la data di pubblicazione dei risultati ottenuti e il calendario della prova scritta.

 

La selezione

Le prove d’esame consistono in una prova scritta e in una prova orale sulle materie indicate nei programmi allegati e si svolgono a Roma.

PROVA SCRITTA: prevede lo svolgimento di quattro quesiti a risposta sintetica sulle materie indicate nei programmi d’esame e di una prova in lingua inglese. I quesiti, che possono anche avere per oggetto l’esame di un caso pratico, devono essere scelti dal candidato tra un insieme proposto dalla Commissione.

PROVA SCRITTA DI LINGUA INGLESE: consiste in un breve elaborato su argomenti di attualità sociale ed economica.

PROVA ORALE: consiste in un colloquio sulle materie indicate nei programmi e in una conversazione in lingua inglese; possono inoltre formare oggetto di colloquio l’argomento della tesi di laurea e le esperienze professionali maturate.

Le materie oggetto delle prove, suddivise per i diversi profili professionali, sono elencate nel bando di concorso.

 

Mansioni di un Esperto

Quella di “Esperto” è una qualifica apparsa in seguito alla Riforma delle carriere e dei sistemi gestionali del personale direttivo della Banca varata a febbraio 2016. 

Al segmento denominato Esperto/Expert appartiene il personale dei professional che alimenta l’Area dall’esterno e dall’interno. Compiti di tale figura:

• svolge, all’occorrenza in qualità di responsabile, attività di carattere ispettivo, di ricerca, studio, programmazione e progettazione; 

• cura il coordinamento di fasi di processi nell’ambito della Struttura e partecipa a progetti o processi trasversali a più Strutture; 

• tiene i rapporti operativi con le altre Unità di base e, all’occorrenza, con le altre Strutture e con l’utenza interna ed esterna; 

• partecipa a commissioni e comitati interni; 

• svolge, all’occorrenza, incarichi esterni, in ambito nazionale e internazionale; 

• può svolgere l’incarico di sostituto di unità di base.

 

Concorsi precedenti

Il concorso per Esperti (ex Coadiutori) viene bandito generalmente ogni anno e mezzo/due. I precedenti bandi risalgono al febbraio 2013, novembre 2014 e novembre 2015.

Legislazione bancaria

Sabato 3 marzo 

Frequenza: sabato

Orario: 9.30 - 17.30

Durata: 28 ore

Sede: Istituto Spellucci

Diritto Amministrativo

Sabato 17 marzo 

 Frequenza: sabato

Orario: 9.30 - 17.30

Durata: 28 ore

Sede: Istituto Spellucci

Finanza aziendale

Sabato 7 aprile 

Frequenza: sabato

Orario: 9.30 - 17.30

Durata: 24 ore

Sede: Istituto Spellucci

Graduatoria finale

Banca d'Italia 2015

3 vincitori

 

Complimenti ai nostri ex allievi

entrati in graduatoria finale